Montalto

Luogo particolarmente interessante dal punto di vista storico per la presenza dei resti del castello matildico, ancora visibili sulla sommità dell’omonimo colle, del campanile della antica chiesa demolita nel 1959 per problemi di natura statica e di borghi con interessanti edifici rurali.

Un primato merita di essere espressamente ricordato: la maggior concentrazione di case a torre per unità di superficie nella collina reggiana. Una “terra turrita”, quindi, che ha pochi riscontri nel territorio emiliano. Riolo borgo di origine medioevale caratterizzato dalla presenza di alcuni edifici di antica origine (una casa a torre con colombaia sommitale attribuibile al XVII sec.) e di un bel pozzo a copertura cuspidata.
Questi pozzi, solitamente realizzati in pietra e culminanti con una sfera benaugurale, sono visibili anche nella zona di Vindè.

Merita una visita attenta il borgo di Cavazzone, posizionato su una dorsale argillosa che sovrasta Riolo e conduce direttamente alla “Villa”.
E’ sicuramente il borgo meglio conservato di tutto il territorio comunale e, certamente, uno dei nuclei rurali seicenteschi più importanti di tutta la collina emiliana.
Un bellissimo porticato selciato, snodantesi trasversalmente all’interno della schiera edilizia, caratterizza in modo unico il caseggiato.

La Villa è invece un grande caseggiato di fine settecento, fatto costruire dai Giaroli -ricca e potente famiglia dell’epoca- rimasto incompiuto a causa di un improvviso crollo finanziario. Gli interni, purtroppo ormai fatiscenti, sono riccamente decorati secondo tipologie proprie dei palazzi signorili di città.

Sagra di San Lorenzo: organizzata dalla Polisportiva di Montalto e dalla Parrocchia è un appuntamento classico che richiama numerosissime persone. Dall’otto all’undici agosto sono funzionanti stand gastronomici, mostre ed intrnimenti musicali anche per giovani.

Vindè
Vindè deriva da “Viene il dì”. Le strutture originarie sono riferibili al medioevo, come testimonia, probabilmente una struttura da difesa o avvistamento le cui mura alla base misurano oltre un metro di spessore. Il borgo è in posizione dominante ed è posto su arenaria grossolana.

Cavazzone
Complesso rurale di notevole interesse architettonico e storico, caratterizzato da un lungo portico, da una torre da difesa, forse del secolo XV e da un oratorio dedicato all’annunciazione, il cui dipinto è conservato nella Chiesa parrocchiale di Montalto.

Villa di Mezzo
La località è caratterizzata da un edificio signorile imponente, rimasto incompiuto per mancanza di fondi (sec. XVIII)

Villa di Sopra
Il borgo è citato in un documento del XIV secolo. E’ caratterizzato da un complesso rurale a corpi separati.

Riolo
Riolo deriva da Rio (piccolo corso d’acqua). E’ forse il borgo più antico del territorio di Vezzano; l’anno in cui venne edificato il castello (1050) era già un borgo fiorente ed abitato da non poche famiglie.
La località è citata più volte in documenti del XIV secolo. E’ caratterizzato da tipologie di interesse architettonico, strutturale e storico; conserva un pozzo del secolo XIV e due torri inserite nella parte centrale di una cortina di edifici.

Scarzola
Scarzola deriva probabilmente da “carzol” (canapa da filare) infatti fino al 1935 erano attivi 3 laboratori di tessitura su telai artigianali sapientemente costruiti nei secoli scorsi. Da un documento dell’archivio parrocchiale, risulta che nel 1700 nel borgo risiedevano i Giaccopini, i Venturi e di Dantoni; i discendenti di tali famiglie tranne i Dantoni risiedono ancora nel borgo.

Casaratta
Casaratta deriva da casa pendente. La zona meridionale del borgo è caratterizzata da una struttura molto antica con scala d’ingresso aperta e da una maestà dedicata alla Beata Vergine datata 1853. La parte settentrionale del borgo è costituita da alcuni edifici in pietra del primo 900 e dalla nuova chiesa parrocchiale in stile neogotico, su prospetto dell’architetto Baldini.

Casa Rosini
Casa Rosini deriva da Casa Valcavi detti “Rosini”. Importante borgo probabilmente del tardo medioevo, variamente articolato dal quale emergono due torri, una maestosa del secolo XVI e la minore del secolo XV. Il borgo pure presentandosi in gran parte ristrutturato pesantemente, mantiene le caratteristiche originali.

Valle del Piano
Altopiano caratterizzato da un insieme di borghi del tardo medioevo, dai quali emergono 5 torri. La piana è di rara bellezza ed è fortunatamente tutelata dagli enti preposti.

Case Lolli
Armonioso borgo del XVII secolo comprendente una torre ed un oratorio dedicato alla Madonna Assunta. Il borgo è in fase di restauro.

Casa Caprari
E’ un borgo di probabili origini medioevali. Nel 1584 il Vescovo di Reggio Manzolo in visita pastorale alla parrocchia di S.Lorenzo, passando da Casa Caprai notò un oratorio al margine del borgo dedicato alla visitazione. Nel 1993 durante i lavori di ripulitura di un vecchio edificio, sono riemerse tracce importanti (architettoniche e pittoriche quattrocentesche) di una struttura sacra: si tratta sicuramente dell’antico oratorio dedicato alla Visitazione.
Il borgo, fino al primo dopo guerra, era caratterizzato da due torri e tutte le case in pietra a vista perfettamente conservate. Negli ultimi trent’anni alcuni edifici sono stati pesantemente restaurati, altri sono stati abbandonati e la torre medioevali (dei Crispi) abbattuta. Il borgo attualmente è ancora caratterizzato da una torre dominante ( perfettamente restaurata) a tre livelli e di carattere seicentesco. Nel censimento parrocchiale del 1700 il borgo era ancora abitato dai Caprai.

Possessione
Possessione deriva da “possessione della parrocchia di Paullo” Borgo settecentesco, caratterizzato da diversi nuclei abitativi rurali e da una splendida torre a due livelli con ampia colombaia.

Cuccagna
Borgo edificato sulle pendici costolone centrale di Monte Duro, in posizione panoramica (XIX secolo).