Cittadinanza attiva: di cosa si tratta e come aderire.

Il “Regolamento per l’istituzione e la gestione del servizio di Cittadinanza Attiva” – approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 28.12. 2020 – è finalizzato allo svolgimento di attività e servizi a favore della collettività, con l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza nella tutela dei beni comuni, accrescere il decoro del paese, creare occasioni di aggregazione sociale nonché stimolare e accrescere il senso di appartenenza comunitaria.

Oggetto e attività
Il servizio di volontariato civico – svolto esclusivamente in forma volontaria e gratuita – ha quale oggetto la valorizzazione e manutenzione del territorio attraverso interventi ordinari su beni di proprietà e/o competenza del Comune (es. manutenzione verde, pulizia strade, piccole manutenzioni, ecc.) nonché i servizi d’interesse generale in relazione a progetti del Comune o proposti dai singoli cittadini (es. pedibus e attività di pre-scuola, collaborazione eventi, ecc.).

Albo della Cittadinanza Attiva
Ai fini dello svolgimento del servizio di volontariato civico è istituito l’Albo della Cittadinanza Attiva.
Le persone interessate possono presentare domanda di iscrizione attraverso la compilazione del modulo allegato e alla trasmissione dello stesso al Comune mediante PEC (vezzanosulcrostolo@cert.provincia.re), posta (P.zza della Libertà n. 1 – 42030 Vezzano s/C) o consegna all’Ufficio Protocollo.

Requisiti
I cittadini che intendono svolgere servizio di volontariato civico devono: (a) essere residenti e/o domiciliati nel Comune di Vezzano sul Crostolo; (b) aver compiuto 16 anni (in caso di minore è necessario il consenso di un genitore); (d) possedere l’idoneità psico-fisica in relazione all’attività/servizio da svolgersi.

Modalità di svolgimento
I volontari civici inseriti nell’Albo prestano servizio in base ad un piano di intervento predisposto annualmente dal Responsabile del settore competente (Tutor), insieme alla Commissione formata da Consiglieri Comunali, e approvato dalla Giunta Comunale.
Il piano di intervento – in cui sono individuati spazi/strutture/servizi oggetto di intervento – deve prevedere: (a) frequenza delle operazioni da effettuare, (b) dotazioni strumentali; (c) dispositivi di protezione necessari; (d) numero di persone per singolo intervento.
Il piano di intervento è presentato in un incontro aperto a tutti gli iscritti all’Albo della Cittadinanza Attiva in occasione del quale gli interventi sono assegnati ai volontari.
I volontari sono organizzati in gruppi di lavoro composti da un numero di persone idoneo allo svolgimento del compito assegnato.

Per maggiori dettagli consulta il testo completo del Regolamento alla sezione “Statuto e Regolamenti”.

Pubblicato in Notizie